[VIDEO] La perfezione nei social: chiacchiere con un pinzone in testa

I social, croce e gaudio di ciascuno di noi. Che lo vogliamo o no, che lo ammettiamo o no, sono ormai diventati parte della nostra vita. Ciascuno di noi si è sorpreso a fotografare un pranzo di nozze o un bel panorama. Non c’è assolutamente nulla di male. Si sa che i tempi cambiano e noi cambiamo con loro. Tuttavia, a un certo punto mi sono chiesta perché tutti noi cerchiamo sempre la perfezione. Fateci caso: quando usiamo i filtri di IG, quando sistemiamo la tazza del caffè accanto al libro, lo facciamo per sembrare “perfetti”. La nostra vita, vista attraverso lo schermo di un computer, sembra non presentare sbavature. Ma è davvero così? E perché ci impegniamo così tanto?

Leggi tutto “[VIDEO] La perfezione nei social: chiacchiere con un pinzone in testa”

Bruxelles in 24 ore: un itinerario di viaggio

Bruxelles è una città molto graziosa che, con un po’ di organizzazione, è possibile visitare in 24 ore. Ho trascorso nella capitale belga l’ultima settimana, ancora una volta per un convegno. Non ho avuto quindi molto tempo per fare la turista, eppure sono riuscita a visitare la città. Ecco a voi un possibile itinerario per trarre il massimo da un solo giorno di viaggio a Bruxelles. Anche se, come me, siete poveri.

Leggi tutto “Bruxelles in 24 ore: un itinerario di viaggio”

[VIDEO] Come viaggiano le blogger povere

Le blogger povere viaggiano nell’ultima fila dell’aereo, quella senza finestrini. Dormono in ostello, dimenticate da Cristo nella periferia di una capitale europea. Dimenticano la spazzola a duemila km di distanza e girano struccate con le occhiaie da panda. Però scattano foto fighe. Non per niente sono blogger. Se sei povera anche tu, iscriviti al canale. Piangiamo insieme.

Leggi tutto “[VIDEO] Come viaggiano le blogger povere”

Malinconia: 5 rimedi infallibili per combatterla tra libri, tv e musica

La malinconia, si sa, è la migliore amica degli artisti. Si dice spesso sia impossibile creare qualcosa di pregevole senza di lei. Sì, vabbè, tutto molto bello, ma a un certo punto magari te ne vuoi pure liberare. Dunque, ecco a voi cinque rimedi pluritestati e assolutamente infallibili. Dalla musica al cibo, dalle serie tv ai libri. Tutto quello che non può mancare nella vostra personale cassetta del pronto soccorso emotivo.

Leggi tutto “Malinconia: 5 rimedi infallibili per combatterla tra libri, tv e musica”

De gustibus non est disputandum (ovvero del coraggio di avere un’opinione)

Non si possono giudicare i gusti altrui. Questo è quello che continuiamo a sentirci ripetere sin dalla notte dei tempi, ma ci crediamo davvero? Ci ho pensato tanto, a lungo. Ancora ci penso, soprattutto quando scorro la bacheca di Facebook. Facebook è una miniera di giudizi che volano e rimbalzano da un profilo all’altro. Ti piace quello scrittore? Non capisci un cazzo. Ti è piaciuto quel film? Non capisci un cazzo reloaded. Quello che penso è che a volte può anche piacerci qualcosa che fa schifo. Così, per sfizio. Non per questo saremo meno intellettuali di tutti quegli altri a cui piacciono sempre le cose giuste.

Leggi tutto “De gustibus non est disputandum (ovvero del coraggio di avere un’opinione)”

[VIDEO] Make-up in 2 minuti: un tutorial poco serio

Il make-up e i tutorial sarebbero due delle mie passioni se non fosse che sono del tutto incapace. Non so fare un contouring, non ho idea di come truccarmi le sopracciglia e sono pigra. Soprattutto, vado di fretta. Benché la mia vita irlandese mi abbia spinta a rallentare i ritmi, non ho comunque voglia di passare ore a truccarmi. Per cui, ecco per voi un video che vi spiega come truccarvi in due minuti due. Certo, non sarete strafighe come Clio, ma chi se ne frega. Noi siamo belle dentro.

Leggi tutto “[VIDEO] Make-up in 2 minuti: un tutorial poco serio”

Occasioni perdute: la bellezza segreta del momento mancato

occasioni

Le occasioni perdute. Ho sempre dedicato moltissimo tempo della mia vita a questo pensiero. Le sliding doors, i sì e no. Le cose che sarebbero potute essere e non sono state. Per tutti i miei venticinque anni di vita (non sono tanti, ma sono qualcosa) ci ho pensato. E mi sono tormentata per riuscire sempre a cogliere al volo l’occasione migliore. Il che va bene, per carità. Eppure, da un po’ di tempo a questa parte, ho iniziato a vedere le cose diversamente. Ovvero: e se non fosse poi così terribile perdere un’occasione? E se la perdita dell’occasione migliore ci portasse comunque a un’altra occasione? Che magari non sarà supercalifragilistica come la prima, ma pur sempre un’occasione. La migliore in quel momento.

Leggi tutto “Occasioni perdute: la bellezza segreta del momento mancato”

La Posta di B. – Mamma, un racconto di Maria Capasso

sea

“Mamma” è il racconto che è arrivato pochi giorni fa alla casella della Posta di B. L’autrice è una carissima amica, Maria Capasso, della quale vi invito a leggere qualcosa, se ancora non la conoscete. Ecco a voi un assaggio della sua prosa che oggi ho il piacere di condividere qui sul blog. Non dimenticate che, se avete un racconto nel cassetto o una lettera per me o per chiunque altro, potete inviarmi tutto! Nulla andrà cestinato, giurin giurello. Ma ora, bando alle ciance e… buona lettura!

Leggi tutto “La Posta di B. – Mamma, un racconto di Maria Capasso”

[VIDEO] Le ragazze che leggono e l’amore

L’amore, per le ragazze che leggono, non è mica normale come per tutti gli altri. Le ragazze che leggono cercano l’avventura, il Mr Darcy della situazione, il Mr Grey, Edward Cullen. Io, personalmente, cercherei Ron Winsley, ma credo sia la mia vena irlandese a parlare per me. Comunque sia, le ragazze che leggono hanno uno strano modo di rapportarsi all’amore. E ora vi spiego perché…

P.S. Non dimenticate di iscrivervi al canale!

Leggi tutto “[VIDEO] Le ragazze che leggono e l’amore”

[VIDEO] Fashion blogger: come diventarlo (se sei povera)

fashion

Fashion blogger: chi di voi non ha mai sognato di diventarlo, neppure per un istante? Ma sì, la fashion blogger seria, quella che viene contattata dalle aziende. Quella che indossa un sacco di outfit spettacolari e ha la borsetta Chanel. Suvvia, nessuna ragazza non ha mai voluto essere Chiara Ferragni almeno per un giorno. Però… il guaio è che noi siamo povere. Noi, la borsa di Chanel, nemmeno tarocca dal marocchino ce la possiamo permettere. Al massimo, ci concediamo un vestitino nuovo a nove euro da Primark. E allora come si fa? Ve lo spiego subito…

Leggi tutto “[VIDEO] Fashion blogger: come diventarlo (se sei povera)”