Oprah Winfrey: 6 lezioni di vita

Oprah Winfrey, classe 1954, è uno dei miei personali modelli di vita. Nata da una famiglia umile del Mississippi, cresciuta con una storia di abusi alle spalle, è diventata la donna che tutti conosciamo per la sua filantropia e per il celebre show che porta il suo nome. Da qualche tempo ho iniziato a documentarmi su di lei, a leggere biografie e memoir, e ho selezionato sei lezioni di vita che, a mio parere, Oprah potrebbe offrire a tutti noi. Perché avere dei modelli non significa imitarli pedissequamente. Significa piuttosto cogliere il meglio per fabbricarsi la propria strada nel mondo.

Leggi tutto “Oprah Winfrey: 6 lezioni di vita”

Il quaderno della gratitudine: perché è importante dire grazie

Se c’è una cosa che ho capito in venticinque anni di vita è l’importanza di dire grazie. Non semplicemente per cortesia e non solo a chi ci sta facendo un favore. La gratitudine è un concetto più ampio, da applicare a ogni aspetto della vita. C’era chi diceva “Quando siete felici, fateci caso”. Perché la verità è che siamo bravissimi a ricordare costantemente tutto ciò che non va. E un po’ meno bravi a notare le cose belle, quando accadono. E accadono, sempre.

Leggi tutto “Il quaderno della gratitudine: perché è importante dire grazie”

Non così giovani: i ventenni e l’angoscia del futuro

I giovani ventenni, Anno Domini 2017

I giovani ventenni e l’angoscia del futuro. Perché ho scelto questo sottotitolo per il post? Beh, perché da venticinquenne non posso che ritenerlo il più azzeccato per descrivere la situazione attuale della mia generazione.




La frase che noi ventenni degli anni 10 ci sentiamo ripetere più spesso da chi è più grande di noi è immancabilmente questa: “Alla tua età, io avevo già…”. Dopo i puntini di sospensione possono esserci diverse affermazioni: avevo già un figlio, due figli, tre carovane di figli, una moglie, due divorzi, tre vacche, un bue, un lavoro a tempo indeterminato, una collezione di francobolli eccetera.

Non è importante ciò che viene dopo i puntini di sospensione. Ciò che conta è quel “io avevo già”. E noi? Noi che abbiamo?

Leggi tutto “Non così giovani: i ventenni e l’angoscia del futuro”