5 aforismi per il 2018

Aforismi: quando penso a questa parola, mi vengono in mente i Baci Perugina. La Rochefoucauld. Le citazioni trite e ritrite che troviamo su Facebook un giorno sì e l’altro pure. Bukowski. Alda Merini. Meraviglie che diventano banali a furia di essere masticate e risputate. Così, ho pensato di scegliere cinque aforismi per il 2018, ma di sceglierli con cura. Non tutti saranno brevi come un vero aforisma dovrebbe essere, ma ce li faremo andar bene. Ho scavato tra le mie letture per trovare cinque citazioni che possano illuminare quest’anno. E voi avete scelto le vostre “citazioni guida” per il 2018? Scrivetele nei commenti!

1) Il pastore d’Islanda/1

aforismi

“Continuavano a camminare. Perché mettendo un piede davanti all’altro, nella giusta direzione, non si può che avanzare”.

2) Il pastore d’Islanda/2

“Così era la vita. A volte faceva male. Solo chi aveva preso una decisione del genere sapeva fino a che punto. In un certo senso tutti gli animali sono animali da sacrificio. Ma a ben guardare, non è lo stesso per qualsiasi vita, quando si segue la retta via? E non è appunto questo il mistero dell’esistenza? Che la forza che fa crescere la vita è l’abnegazione. E una vita che non è sacrificio nel suo nucleo più profondo è arrogante e sacrilega e conduce alla morte”.




3) Eneide

“Figlio di dea, dove i fati ci incalzano e di dove ci scalzano,

seguiamoli! Sia quel che sia, la fortuna

si vince sopportandola”.

3) Bhagavadgita (Il canto del Beato)

novembre

“Tu piangi chi il pianto rifiuta e non parli come un uomo sensato. I savi non piangono né per i morti né per i vivi. Tu piangi sul corpo che, distruggendosi di continuo, non può essere oggetto di pianto e sul sé, cui non conviene il pianto. Nessuno, morto o vivo, è conveniente oggetto di pianto. Il sé, infatti, è indistruttibile e, anche se trasmigra di corpo in corpo, non è per questo conveniente oggetto di pianto”.




4) Altri versi e poesie disperse

“Il fatto è che la vita non si spiega
né con la biologia
né con la teologia.
La vita è molto lunga
anche quando è corta
come quella della farfalla—
la vita è sempre prodiga
anche quando la terra non produce nulla.
Furibonda è la lotta che si fa
per renderla inutile e impossibile.
Non resta che il pescaggio nell’inconscio
l’ultima farsa del nostro moribondo teatro.
Manderei ai lavori forzati o alla forca
chi la professa o la subisce. È chiaro che l’ignaro
è più che sufficiente per abbuiare il buio”.

5) Mandami tanta vita

“Meglio rimandare il momento in cui dirsi buonanotte, meglio prendere tempo. Bisogna farsi proteggere dalle notti che precedono un viaggio, stare dentro i loro minuti come nell’ultimo luogo sicuro”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.