Settembre: perché amiamo questo mese e ciò che rappresenta

Chi di noi non ama settembre, il mese più malinconico eppure pieno di speranza dell’anno? Non c’è quasi nessuno che, pur sentendo mancare l’estate, non accolga questo mese con un brivido di aspettativa. Ma quali sono i veri motivi che ci spingono ad amare settembre? Me lo sono chiesto mentre scorrevo la bacheca di Facebook e mi saltavano di continuo agli occhi post di “benvenuto” per questo particolare periodo dell’anno. E ho cercato di darmi alcune risposte. Queste sono solo le mie: voi cosa ne pensate?

Settembre: tempo di rinascita

settembre

L’inizio di questo mese coincide spesso con una rinascita. Chi di noi non ricorda i primi giorni di scuola, l’entusiasmo del rivedere gli amici, il profumo dei libri nuovi e delle penne? Col passar degli anni, pur cambiando la “tipologia”, il senso dell’inizio non è mai venuto meno. Dopo il calore e il sudore dell’estate, il sale del mare e il fresco della montagna, si avverte quasi il bisogno di tornare operativi. Iniziamo a stilare le nostre liste di buoni propositi e a preparare i planner. L’estate è una stagione meravigliosa ma, come tutto ciò che è bello, prima o poi deve trovare una fine. Anche perché, diciamoci la verità, non siamo capaci di stare a riposo per troppo tempo.

Così eccole qui, le prime avvisaglie dell’autunno. Si iniziano a tirar fuori dall’armadio i primi cardigan, la giacca di pelle leggera, i foulard. Cambiano i colori, si iniziano a prediligere il mattone e il rosso scuro, il marrone e il bordeaux. L’aria sembra più pulita, le foglie si rincorrono sull’asfalto. E torna il tempo del tè caldo e del caffè in salotto.

Tè, caffè, libro

settembre

Per me, l’inizio dell’autunno coincide soprattutto con il momento in cui si tira fuori il plaid dall’armadio, si acconcia per bene il pouf azzurro e si accende il bollitore. E poi via: tè bollente e speziato, calzettoni imbarazzanti e un libro. Questa è una delle immagini più rilassanti che il mio cervello riesca a concepire. L’estate è un rincorrersi di luci e colori, divertimento e musica a volume altissimo, la sabbia bollente sotto i piedi. L’autunno, al contrario, è più morbido e lento, ha colori più caldi, stanze in penombra e una buona dose di silenzio.

Settembre è sempre un buon motivo per ricominciare, per soffiar via la polvere dai buoni propositi e per ricordare che abbiamo una sola vita, una sola, e sarebbe il caso di sfruttarla al meglio.

Da ultimo, vi lascio quella che per me è sempre stata la vera colonna sonora di questa stagione. Buon inizio d’autunno a tutti voi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.